LA DIETA WHELIX

  • Whelix ha identificato una serie di alimenti funzionali e di integratori alimentari che non solo completano il repertorio nutrizionale ma supportano il nostro metabolismo verso uno stato di piena efficienza fisica e mentale.
  • Non esiste una dieta perfetta. Ma esiste una dieta personalizzata costruita per l’individuo a cui sia quanto più facile adeguarsi.
  • L’idea è quella di collaborare con il paziente nella identificazione di un percorso nutrizionale che ne favorisca uno stato di benessere fisico e mentale.

LA VISITA

analisi BIA

anamnesi clinica ed alimentare

elaborazione DIETA personalizzata

SERVIZI BASE

  • Visita con valutazione e stima mediante analisi BIA dei seguenti parametri:
    1. Indice Massa Corporea (IMC) kg /m2
    2. Metabolismo basale (Kca/die)
    3. Massa magra
    4. Massa grassa
    5. Massa muscolare totale e segmentale (arti, tronco)
    6. Grasso viscerale (% del peso corpo)
    7. Acqua corporea totale
    8. Acque extracellulare
    9. Acqua intracellulare
    10. Massa metabolicamente attiva
  • Anamnesi alimentare: Valutazione delle abitudini alimentari del paziente su base giornaliera e settimanale.
  • Anamnesi clinica: Valutazione dei valori chimico clinici di rilevanza nelle funzioni metaboliche e delle predisposizioni genetiche in relazione ai fattori di ereditarietà familiare.
  • Costruzione dieta personalizzata

SERVIZI SU RICHIESTA

  • Screening genetico: WHELIX ha identificato un pannello di geni su cui eseguire una valutazione ai fini di una personalizzazione della dieta alimentare. L’analisi non è invasiva e viene svolta mediante tampone boccale.
  • Viviamo nell’era della post genomica, il genoma umano è stato completamente sequenziato aprendo la strada a numerose discipline così dette -omiche perché in grado di valutare simultaneamente un gran numero di informazioni in ambiti diversi della biologia come la genomica, la proteomica, la trascrittomica e non ultime la nutrigenomica e metabolomica. Queste ultime due discipline  consentono oggi di valutare su base genetica e molecolare alcune predisposizioni allo sviluppo di patologie metaboliche.
  • Sulla base di alcune informazioni genetiche che riguardano la funzioni di geni direttamente od indirettamente coinvolti nel metabolismo, è oggi possibile disegnare strategie nutrizionali e comportamentali sempre più personalizzate.
  • WHELIX ha indentificato un insieme di geni chiave il cui screening consentirà di identificare strategie nutrizionali nella dieta alimentare e nell’attività fisica adatte alle proprie caratteristiche individuali.

#

Gene

Simbolo

Variante allelica

Note nutrizionali

Omeostasi del calcio e tessuto osseo e articolazioni

1

Recettore Vit.D

VDR

C TaqI T

T BsmI C

T FokI C

Ridurre la caffeina, integrare con Vit. D e Ca

2

Collagene alfa I, tipo I

COLIAI

G SpI T

 

Meteabolismo del folato

3

5,10 Metiltetraidrofolato reduttasi

MTHFR

1298A>C

677C>T

Integrazione della dieta con Vit. B6, B12 ed acido Folico

4

5-Metiltetraidrofolato omocisteina metiltrasferasi reduttasi

MTRR

66A>G

5

5,10-metilenetetraidrofolato reduttasi

MTR

2756A>G

6

Cistatione-beta-sintasi

CBS

699C>T

 

Detossicazione

7

Glutatione S-tranf. M1

GSTMI

Delezione

Incrementare le porzioni di verdure appartenenti alla famiglia delle brassicacee. Cavolfiore, Broccoli ecc

8

Glutatione S-tranf. Teta1

GSTTI

Delezione

9

Glutatione S-tranf. pi

GSTPI

313>AG

341C>T

 

Stress ossidativo

10

Superossido dismutasi 2 (mitocondrilae)

SOD2

-28C>T

Integrare con antiossidanti: Vit. A, E, C

11

Superossido dismutasi 3

(extracellulare)

SOD3

760C>G

12

Ossido nitrico sintase (endoteliale)

NOS3

894G>T

 

Infiammazione

13

Tumor necrosis factor

TNF-alfa

-308G>A

Aumentare le porzioni di pesce grasso, integrare con omega-3

14

Interleuchina-6

IL6

-174G>C

-634G>C

 

Metabolismo e trasporto lipidi

15

Colesteril ester transfer protein

CEPT

279G>A

Riduzione dell’apporto di grassi saturi sotto il 10% dell’apporto calorico complessivo

16

Lipoproteina lipasi

LPL

1595>C>G

17

Apolipoproteina CIII

APOC3

3175C>G;

 

Glucosio ed Insulina

18

Angiotensina I

ACE

INS/DEL: rs

Ridurre il carico glicemico

19

Peroxisome proliferator-activated receptor gamma

PPRG

Pro12Ala

Intolleranze

20

Lattasi

LCT

Dieta di eliminazione:

·         Lattosio

·         Nickel

·         Caffeina

21

Citocromo p450 1A2

CYPA2

-163C>A: rs762551

22

Filaggrina

FLG

Attività sportiva

23

Alfa actinina 3

ACTN3

R577X: rs1815793

Potenza e resistenza allo sforzo

 

Potenza aerobica e Algoritmo WHELIX

E’ evidente a chiunque pratica un’attività fisica che la capacità di sostenere nel tempo un esercizio di una data intensità può presentare una notevole variabilità interindividuale. Uno dei parametri che fanno la differenza soprattutto nelle discipline sportive aerobiche (es. corsa, bicicletta, nuoto ecc.) e la cosiddetta potenza aerobica o VO2max. Vediamo di capire di cosa si tratta partendo dalla formula che definisce questo parametro.

VO2max= GS x FC x a-v

GS è la gittata sistolica, ovvero il volume di sangue espresso in millilitri (ml) che esce dal ventricolo cardiaco ad ogni singola contrazione. FC è la frequenza cardiaca in battiti al minuto. a-v è la differenza arterio-venosa di ossigeno molecolare (O2) che si riscontra tra sangue arterioso (che porta ossigeno dai polmoni ai tessuti periferici) e sangue venoso (che porta l’anidride carbonica e l’ossigeno residuo dai tessuti ai polmoni). In altre parole il a-v misura la nostra capacità di trattenere e poi utilizzare l’ossigeno in modo efficiente nei processi metabolici come la respirazione cellulare. Mentre GS e FC sono parametri fisici prevalentemente legati all’età del soggetto, la differenza arterio-venosa è fortemente influenzata sia dalla genetica che dall’allenamento nonché dall’alimentazione.

L’algoritmo WHELIX ha come obbiettivo quello di integrare parametri individuali, come potenza aerobica espressa in ml/kg/min., frequenza cardiaca massimale (battiti/min.) e peso corporeo (kg), con le modalità di allenamento, tempi di esecuzione ed intensità dell’esercizio. L’algoritmo restituisce un consumo calorico complessivo ripartito tra carboidrati, grassi e proteine. La finalità è quella di programmare l’integrazione alimentare in funzione del tipo di lavoro atletico e delle caratteristiche individuali. E’ evidente che il consumo calorico e la sua ripartizione in termini di carboidrati, grassi e proteine, di un atleta che corre per un’ora ad una velocita di 5’/km sarà diverso dall’esecuzione di ripetute in pista alla velocita di 3’Km.

L’algoritmo WHELX consente quindi di programmare le integrazioni alimentari  basandosi sulla stima dei consumi relativi in macronutrienti in relazione al tipo di esercizio svolto nell’allenamento giornaliero.

Analisi flora batterica intestinale. Il termine disbiosi indica un’alterazione dell’ecosistema microbico intestinale rispetto a quello che è considerato un profilo sano. La disbiosi può riguardare la composizione dei ceppi batterici che popolano il nostro intestino (il microbiota) o la quantità relativa con cui ogni ceppo è rappresentato. Conoscere la composizione del nostro microbiota significa avere uno strumento per preservarne o migliorarne l’equilibrio grazie ad opportune modifiche della dieta alimentare e l’integrazione con pre- e pro-biotici e dello stile di vita, favorendo il recupero di un profilo sano al riparo degli effetti pro-infiammatori di una mucosa intestinale alterata sull’intero organismo.

In collaborazione con una società di Bologna, la Wellmicro s.r.l., Whelix fornisce un servizio per la caratterizzazione del profilo microbiologico del nostro apparato digerente, la sua valutazione ed integrazione con prebiotici, probiotici (fermenti lattici) e dieta alimentare in caso di diagnostica disbiosi.

L’analisi richiede un campione di feci utilizzando un contenitore che sarà fornito al momento della visita. Il tempo di esecuzione dell’analisi richiederà dai 20 ai 30 giorni.